martedì 31 dicembre 2013

Te Deum

Pubblicato da santamariadelcarmine a martedì, dicembre 31, 2013 0 commenti
Nell'augurare a tutti un sereno anno nuovo,  proponiamo lo splendido inno di ringraziamento del Te Deum ("Noi ti lodiamo, Dio") il quale, secondo tradizione, viene intonato la sera del 31 Dicembre di ogni anno, per ringraziare Dio dell'anno appena trascorso (in basso è possibile ascoltare l'inno nella sua versione originale in latino):

Noi ti lodiamo, Dio,
ti proclamiamo Signore.
O eterno Padre,
tutta la terra ti adora.

A te cantano gli angeli
e tutte le potenze dei cieli:
Santo, Santo, Santo
il Signore Dio dell'universo.

I cieli e la terra
sono pieni della tua gloria.
Ti acclama il coro degli apostoli
e la candida schiera dei martiri;

le voci dei profeti si uniscono nella lode;
la santa Chiesa proclama la tua gloria,
adora il tuo unico Figlio
e lo Spirito Santo Paraclito.

O Cristo, re della gloria,
eterno Figlio del Padre,
tu nascesti dalla Vergine Madre
per la salvezza dell'uomo.

Vincitore della morte,
hai aperto ai credenti il regno dei cieli.
Tu siedi alla destra di Dio, nella gloria del Padre.
Verrai a giudicare il mondo alla fine dei tempi.

Soccorri i tuoi figli, Signore,
che hai redento col tuo Sangue prezioso.
Accoglici nella tua gloria
nell'assemblea dei santi.

Salva il tuo popolo, Signore,
guida e proteggi i tuoi figli.
Ogni giorno ti benediciamo,
lodiamo il tuo nome per sempre.

Degnati oggi, Signore,
di custodirci senza peccato.
Sia sempre con noi la tua misericordia:
in te abbiamo sperato.

Pietà di noi, Signore,
pietà di noi.
Tu sei la nostra speranza,
non saremo confusi in eterno.


sabato 28 dicembre 2013

Tombolata ... in Parrocchia

Pubblicato da santamariadelcarmine a sabato, dicembre 28, 2013 0 commenti

mercoledì 25 dicembre 2013

Buon Natale!

Pubblicato da santamariadelcarmine a mercoledì, dicembre 25, 2013 0 commenti
Sono nato nudo, dice Dio, perché tu sappia spogliarti di te stesso. Sono nato povero, perché tu possa soccorrere chi è povero. Sono nato debole, dice Dio, perché tu non abbia mai paura di me. Sono nato per amore perché tu non dubiti mai del mio amore. Sono una persona, dice Dio, perché tu non abbia mai a vergognarti di essere te stesso. Sono nato perseguitato perché tu sappia accettare le difficoltà. Sono nato nella semplicità perché tu smetta di essere complicato. Sono nato nella tua vita, dice Dio, per portare tutti alla casa del Padre.  

La comunità parrocchiale di S.Maria del Carmine augura a tutti un sereno e Santo Natale!

Serata Natalizia Comunitaria

Pubblicato da santamariadelcarmine a mercoledì, dicembre 25, 2013 0 commenti
Nuovo appuntamento speciale per Venerdì 27 Dicembre alle 19.15 presso il nostro salone parrocchiale:

martedì 24 dicembre 2013

Presepe Parrocchiale: nuove foto

Pubblicato da santamariadelcarmine a martedì, dicembre 24, 2013 0 commenti
Ricordiamo che per vedere tutte le foto è sufficiente cliccare sul titolo presente sull'immagine più grande:

lunedì 23 dicembre 2013

Non c'è Natale senza...: le foto

Pubblicato da santamariadelcarmine a lunedì, dicembre 23, 2013 0 commenti

mercoledì 18 dicembre 2013

Non c'è Natale senza...

Pubblicato da santamariadelcarmine a mercoledì, dicembre 18, 2013 0 commenti
Appuntamento speciale per Domenica 22 Dicembre 2013 alle ore 19.30:
 


Prima Santa Messa di Fra Maurizio al Carmine!

Pubblicato da santamariadelcarmine a mercoledì, dicembre 18, 2013 0 commenti

martedì 17 dicembre 2013

Presepe parrocchiale

Pubblicato da santamariadelcarmine a martedì, dicembre 17, 2013 0 commenti
Anche nella nostra Parrocchia, come ogni anno, rivive la tradizione del Presepio! Quest'anno il presepe è il frutto del talento di Rosa Ricco ed è stato allestito con l'aiuto del gruppo dei ministranti guidati da Roberto Bortolotti:

Visita ai presepi del Santuario Madonna della Vetrana

Pubblicato da santamariadelcarmine a martedì, dicembre 17, 2013 0 commenti
Lo scorso sabato 14 Dicembre 2013, i bambini ed i ragazzi dei gruppi di catechesi parrocchiale sono stati protagonisti di una visita ai vari presepi ospitati presso il Santuario Madonna della Vetrana di Castellana Grotte. Questa visita è stata anche l'occasione di riscoprire il significato e l'origine del presepio, grazie anche alla cortesia ed alla gentilezza dei frati che hanno accolto i nostri bambini con amore, letizia e grande pazienza!

domenica 8 dicembre 2013

Azione Cattolica: festa dell'adesione

Pubblicato da santamariadelcarmine a domenica, dicembre 08, 2013 0 commenti
Il giorno 8 dicembre, festa dell'Immacolata, l'Azione Cattolica Italiana celebra la giornata dell'Adesione.

Ogni volta che guardiamo a Maria torniamo a credere nella forza rivoluzionaria della tenerezza e dell’affetto”. (...) Maria sa riconoscere le orme dello Spirito di Dio nei grandi avvenimenti ed anche in quelli che sembrano impercettibili. È contemplativa del mistero di Dio nel mondo, nella storia e nella vita quotidiana di ciascuno e di tutti. È la donna orante e lavoratrice a Nazaret, ed è anche nostra Signora della premura, colei che parte dal suo villaggio per aiutare gli altri «senza indugio» (Lc1,39). Questa dinamica di giustizia e di tenerezza, di contemplazione e di cammino verso gli altri, è ciò che fa di lei un modello ecclesiale per l’evangelizzazione. Le chiediamo che con la sua preghiera materna ci aiuti affinché la Chiesa diventi una casa per molti, una madre per tutti i popoli e renda possibile la nascita di un mondo nuovo. È il Risorto che ci dice, con una potenza che ci riempie di immensa fiducia e di fermissima speranza: «Io faccio nuove tutte le cose» (Ap 21,5). Con Maria avanziamo fiduciosi verso questa promessa, e diciamole:

Vergine e Madre Maria,
tu che, mossa dallo Spirito, hai accolto il Verbo della vita nella profondità della tua umile fede, totalmente donata all’Eterno, aiutaci a dire il nostro “sì” nell’urgenza, più imperiosa che mai, di far risuonare la Buona Notizia di Gesù. (...) (Evangelii Gaudium n. 288)

Il nostro si all’ Azione Cattolica sia adesione piena a Cristo, legame profondo con la Chiesa ed i l suo fine apostolico, radicamento partecipato nel mondo, secondo lo stile del Vangelo, andando controcorrente, con il coraggio e la forza testimoniata dai Santi. Scegliendo la via del confronto, del dialogo sincero ed autentico, facendoci missionari fino ai crocicchi delle periferie per invitare tutti verso il Regno cui dobbiamo presentarci con il vestito buono, segno coerente di quella radicale appartenenza al Vangelo propria dei battezzati. Cittadini che vivono la santità nel quotidiano con lo sguardo fisso su Gesù, che si nutrono costantemente dell’Eucaristia e della Parola, confidando nella speranza certa della salvezza, dono per tutti i commensali di quel Banchetto cui dobbiamo accostarci senza alcuna distinzione, lasciando agli altri i primi posti, con vero spirito di servizio. Auguri di buona adesione ed un abbraccio a tutti i bambini ed i ragazzi dell’ ACR.

L’ Assistente Diocesano Unitario                                      Il Presidente Diocesano
Don Nicola D’Onghia                                    Carlo Tramonte

                                                             

Papa Francesco: come Maria scelti per vita santa

Pubblicato da santamariadelcarmine a domenica, dicembre 08, 2013 1 commenti
La statua dell'Immacolata in Piazza di Spagna, Roma



 Ecco le parole di Papa Francesco espresse oggi, giorno in cui la Chiesa cattolica celebra l'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, all'Angelus in Piazza San Pietro:

Cari fratelli e sorelle, buongiorno,
questa seconda domenica di Avvento cade nel giorno della festa dell’Immacolata Concezione di Maria, e allora il nostro sguardo è attratto dalla bellezza della Madre di Gesù, la nostra Madre! Con grande gioia la Chiesa la contempla «piena di grazia» (Lc 1,28), e cominciando con queste parole la salutiamo tutti assieme: “piena di grazia”. Tre volte diciamo: “Piena di grazia!” Tutti: Piena di grazia! Piena di grazia! Piena di grazia!E così Dio l’ha guardata fin dal primo istante nel suo disegno d’amore. L’ha guardata bella, piena di grazia. E’ bella la nostra Madre!Maria ci sostiene nel nostro cammino verso il Natale, perché ci insegna come vivere questo tempo di Avvento nell’attesa del Signore. Perché questo tempo di Avvento è un’attesa del Signore, che ci visiterà tutti nella festa, ma anche, ognuno, nel nostro cuore. Il Signore viene! Aspettiamolo!
Il Vangelo di san Luca ci presenta Maria, una ragazza di Nazareth, piccola località della Galilea, nella periferia dell’impero romano e anche nella periferia di Israele. Un paesino. Eppure su di lei, quella ragazza di quel paesino lontano, su di lei, si è posato lo sguardo del Signore, che l’ha prescelta per essere la madre del suo Figlio. In vista di questa maternità, Maria è stata preservata dal peccato originale, cioè da quella frattura nella comunione con Dio, con gli altri e con il creato che ferisce in profondità ogni essere umano. Ma questa frattura è stata sanata in anticipo nella Madre di Colui che è venuto a liberarci dalla schiavitù del peccato. L’Immacolata è inscritta nel disegno di Dio; è frutto dell’amore di Dio che salva il mondo.
E la Madonna non si è mai allontanata da quell’amore: tutta la sua vita, tutto il suo essere è un “sì” a quell’amore, è un “sì” a Dio. Ma non è stato certamente facile per lei! Quando l’Angelo la chiama «piena di grazia» (Lc 1,28), lei rimane «molto turbata», perché nella sua umiltà si sente un nulla davanti a Dio. L’Angelo la conforta: «Non temere Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio … e lo chiamerai Gesù» (v. 30). Questo annuncio la sconvolge ancora di più, anche perché non era ancora sposata con Giuseppe; ma l’Angelo aggiunge: «Lo Spirito Santo scenderà su di te … Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio» (v. 35). Maria ascolta, obbedisce interiormente e risponde: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola» (v. 38).
Il mistero di questa ragazza di Nazareth, che è nel cuore di Dio, non ci è estraneo. Non è lei là e noi qui. No, siamo collegati. Infatti Dio posa il suo sguardo d’amore su ogni uomo e ogni donna! Con nome e cognome. Il suo sguardo di amore è su ognuno di noi. L’Apostolo Paolo afferma che Dio «ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati» (Ef 1,4). Anche noi, da sempre, siamo stati scelti da Dio per vivere una vita santa, libera dal peccato. E’ un progetto d’amore che Dio rinnova ogni volta che noi ci accostiamo a Lui, specialmente nei Sacramenti.
In questa festa, allora, contemplando la nostra Madre Immacolata, bella, riconosciamo anche il nostro destino più vero, la nostra vocazione più profonda: essere amati, essere trasformati dall’amore, essere trasformati dalla bellezza di Dio. Guardiamo lei, nostra Madre, e lasciamoci guardare da lei, perché è la nostra Madre e ci ama tanto; lasciamoci guardare da lei per imparare a essere più umili, e anche più coraggiosi nel seguire la Parola di Dio; per accogliere il tenero abbraccio del suo Figlio Gesù, un abbraccio che ci dà vita, speranza e pace.
 

Il blog della Parrocchia Santa Maria del Carmine - Monopoli Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting